Confettura di amarene

Ancora alle prese con le conserve, questa volta ho preparato una confettura di amarene.

confettura di amarene

Uno dei modi migliori per utilizzare la frutta fresca è quello di preparare confetture, è più facile di quanto molti pensino e le conserve casalinghe sono davvero squisite.

Vi va di provare? Se volete cliccando qui, potrete scaricare le etichette,

Ingredienti:

2 kg di amarene

300 g di zucchero

1/2 limone (il succo)

Procedimento:

Lavate le amarene, privatele dei noccioli e mettete a cuocere a fuoco medio con lo zucchero e il succo di limone.

Appena arriva a bollore abbassate la fiamma e cuocete a fuoco lento sino a raggiungere la consistenza adeguata.

Versare la confettura ancora bollente nei vasi di vetro sterilizzati.

Chiudere ermeticamente e capovolgerli subito, lasciandoli raffreddare del tutto prima di etichettarli e riporli in dispensa.

Se non sapete come sterilizzare i vasetti, trovate le istruzioni cliccando qui.

Un consiglio sulla cottura:

Interrompere la cottura della confettura al punto giusto è importantissimo. Una cottura eccessiva può infatti provocare la cristallizzazione dello zucchero. In caso contrario, se cioè la confettura è stata cotta troppo poco, essa rimarrà troppo liquida e sarà più soggetta a muffe e fermentazioni.

Per verificare il grado di cottura basta versare una goccia di marmellata su un piatto, se scivola lentamente aderendo bene alla superficie allora è pronta.

Con i noccioli è possibile ottenere un ottimo maraschino. Potete prepararlo in questo modo:

500 gr di noccioli di amarena
1 litro di alcol per liquori a 90°
600 ml di acqua
700 g di zucchero

Snocciolate le amarene e mettete i loro noccioli in un vaso, copriteli con l’alcool e fateli macerare per quattro mesi al buio. Trascorso questo tempo filtrate l’alcool. Fate anche uno sciroppo con l’acqua e zucchero e quando lo zucchero si è ben sciolto lasciatelo raffreddare. È importante che lo sciroppo sia raffreddato a temperatura ambiente prima di unirlo all’alcool se si vuole ottenere un liquore limpido.
Fate riposare il tutto per altri 15-20 giorni. Trascorso questo tempo, filtrate il liquore ottenuto in una bottiglia passandolo al colino foderato con un panno ben pulito ed aspettate qualche giorno prima di berlo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. Madama Dorè (Camomilla 25) says:

    Adoro la marmellata di amarene, è il mio gusto preferito! Però non ho mai provato a prepararla in casa… chissà, forse con i tuoi consigli potrei pure riuscirci!

  2. laura says:

    buona!! una bella crostata sarebbe l’ideale!! 😉 anche io amo fare le confetture d’estate in modo da averle sempre disponibili poi in inverno.. altro che quelle comprate!! laura

    1. hahaha davvero, sono davvero un’altra cosa!

  3. Susanna says:

    Grazie per gli ottimi consigli, li seguirò senz’altro!

  4. GISELLA says:

    Che buona, adoro le amarene!

  5. cinzia renda says:

    che buona devo provare a farla

  6. Che buona la tua confettura di amarene, complimenti e grazie per la ricettina è da fare!

  7. tizyb says:

    buonissima la confettura di amarene, complimenti per la preparazione! interessante anche la ricetta per il maraschino!

  8. Danila says:

    Interessantissimo questo post!!! Grazie Cinzia!!! 🙂

Rispondi