Zeppole

Le zeppole vengono preparate generalmente nel periodo di San Giuseppe (19 marzo) tanto da essere un dolce tipico della festa del papà. Le zeppole possono essere cotte sia al forno che fritte, la preparazione è la stessa, cambia solo la modalità di cottura.

zeppole di S. Giuseppe

Vengono preparate con modalità leggermente diverse nelle varie regioni d’Italia. La ricetta che vi propongo oggi è quella di Maria De Candia del blog “Rafano & Cannella”, che insieme a Nunzia Bellomo del blog “Miele di Lavanda”, in uno degli ormai noti eventi tra le blogger di Giallo Zafferano, ci hanno fornito questa ricetta.

INGREDIENTI

Per la pasta :

225 g di farina “00″

140 g di burro

300 g di acqua

7-8 uova freschissime

1 cucchiaino di zucchero

un pizzico di sale fino

scorza grattugiata di mezzo limone

Per la crema :

1 l di latte intero

6 tuorli

250 g di zucchero

3 cucchiai di farina,

1 bustina di vanillina

2 cucchiai rasi di fecola di patate

Per guarnire:

zucchero a velo q.b.

amarene sciroppate

Preparate la crema:

Montate i tuorli con lo zucchero e la vanillina. Quando il composto sarà diventato spumoso e biancastro, aggiungete la farina, la fecola e il latte alternandoli in modo che non si formino grumi. Cuocete a fuoco medio/basso mescolando continuamente finché non si sarà addensata (sollevando il cucchiaio non dovrà scivolar via o al massimo dovrà cadere pesantemente), quindi lasciatela raffreddare e mettetela in frigo coperta con pellicola trasparente.

Preparazione delle zeppole:

Ponete sul fuoco l’acqua, il sale, lo zucchero (serve solo a dare più colore alla pasta), il burro a pezzetti e la scorza grattugiata del limone. Quando alzerà il bollore, spostate il recipiente dal fuoco e versate in un sol colpo tutta la farina.

Mescolate velocemente e rimettete sul fuoco a fiamma moderata. Senza smettere di mescolare fate asciugare la pasta (stendetela sul fondo poi spostatela contro le pareti più volte). Questa operazione è molto importante: la pasta deve asciugarsi bene per poter incorporare più uova. Sono proprio queste che le daranno più leggerezza. Sul fondo della pentola potrebbe rimanere attaccato un sottilissimo strato di pasta che però non deve colorirsi.

Quando la pasta sarà ben asciutta, togliete dal fuoco e fatela raffreddare.

Ora potete procede con la lavorazione a mano o con l’impastatrice. Cominciate ad incorporare le uova uno per volta. Non unite l’uovo successivo se in precedente non sarà stato ben assorbito.

Dopo aver unito il quarto uovo, controllate lo stato della pasta: versatene un cucchiaino su un piatto e se rimane molto sostenuta aggiungete l’altro uovo e così via.

Fate molta attenzione perché se la pasta diventa troppo molle, non c’è modo di rimediare. Se invece pensate che un uovo sia troppo, sbattetelo in un recipiente e versatene poco per volta.

Questa pasta va lavorata energicamente e a lungo perché anche da questo dipende la riuscita dei dolci che farete.

Alla fine la pasta dovrà risultate sostenuta (non deve afflosciarsi) ma non dura.

Rivestite con carta forno delle teglie.

Trasferite l’impasto in un sac à poche con beccuccio a stella di media grandezza (15 mm) e formate sulla carta forno dei cerchi del diametro di 8 cm, ben distanziati fra loro.

Cuocete a 220° per 20-25 minuti (dovranno avere un color dorato scuro). Vi sembrerà subito che siano cotte ma non fatevi ingannare dal colore, la pasta deve asciugarsi bene anche all’interno.

zeppole

Lasciatele raffreddare. Nel frattempo preparate il sac à poche con il beccuccio a imbuto, forate le zeppole in tre punti e farcitele con la crema.

Con la restante crema e utilizzando il sac à poche con l’altro beccuccio a stella, decorate le zeppole lungo la circonferenza. Ultimate con 1 o 2 amarene per zeppola e una spolverata di zucchero a velo.

zeppola

Se preferite le zeppole fritte, preparate la pasta allo stesso modo ma procedete in questa maniera.

Teoricamente dovreste realizzare i cerchi di pasta con il sac à poche direttamente nell’olio bollente, ma questa è roba da pasticceri professionisti.

Ma possiamo ottenere lo stesso risultato con un piccolo escamotage.

Tagliate dei quadrati di carta forno da 10 cm di lato ciascuno e su ognuno formate i dischi di pasta.

Tuffate le zeppole con tutta la carta nell’olio bollente; al contatto con l’olio la carta si staccherà dall’impasto e potrete così continuare la cottura.

A fine cottura, passatele nello zucchero semolato e guarnitele con la crema e le amarene.

Seguitemi anche sulla pagina facebook

https://www.facebook.com/dolcidasognoo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *