Yogolife tutto il piacere dello yogurt fatto in casa!

Yogolife tutto il piacere dello yogurt fatto in casa! Il titolo dice tutto!

logo940

Cos’è yogolife?

E’ una miscela di fermenti lattici (Streptococcus thermophilus e Lactobacillus bulgaricus). Con la quale potrete preparare il vostro yogurt, preferito, a casa. In ogni bustina “Y” ce ne sono oltre 20 miliardi!

Lo potrete gustare fresco tutti i giorni, utilizzando il vostro latte preferito: latte vaccino, latte di soia, capra, delattosato.

Dopo averlo preparato non dovrete fare altro che sbizzarrirti, aggiungendo (se lo vorrete) al vostro yogurt frutta fresca, marmellata, confettura, scaglie di cioccolato, frutta secca, miele… O potrete continuare a seguirmi e vedere quanti modi gustosi ci sono per gustarlo!

Guardate qui di seguito come è semplice preparare in casa lo yogurt con yogolife!

yogolife 3

Perchè prepararlo in casa?

yogolife 2

E se non avete la yogurtiera? Con i preparati Y potrete preparare lo stesso il vostro yogurt con l’utilizzo del thermos!

Queste sono le bustine che l’azienda mi ha inviato e con le quali, realizzerò delle ricette per voi!

yogolife

La cosa più importante è che con Yogolife saprai sempre quello che mangi!

Yogolife niente conservanti, coloranti, stabilizzanti, niente OGM.

logohomemade

Potete ordinare le bustine di Y dal loro negozio online , oppure recarvi in un Y point .

Comunque, per ogni dubbio o domanda, potete scrivere a amer@yogolife.com

Ricordate che preparando lo yogurt in casa avrete sempre un prodotto:

FRESCO: per forza; lo fai oggi – lo gusti domani… Rispetto allo yogurt industriale che, in media, compri a 10 giorni dalla sua produzione, “Y” yogurt mantiene nel gusto e nel numero di fermenti vivi tutte le qualità di un prodotto appena fatto.

NATURALE: i fermenti lattici vivi “Y” sono frutto di una scelta dei migliori ceppi e di miscele di origine italiana; anche gli altri ingredienti sono naturali e di altissima qualità.

SALUTARE: conosciamo ormai bene tutti i benefici probiotici dello yogurt e dei fermenti lattici per la nostra salute. Nel concreto, in ogni 100 ml di yogurt fatto con “Y” ci sono oltre 55 miliardi di fermenti lattici vivi (molti, ma molti, di più rispetto ai tradizionali yogurt industriali). E, credeteci, non sono stati contati da noi, ma da Micro S.R.L. , rinomato laboratorio microbiologico specializzato.

BUONO: “Y” è disponibile in una prima fase in 3 versioni – naturale, alla fragola (ma, attenzione, con frutta liofilizzata vera) e alla vaniglia (con estratto di vaniglia del Madagascar), ed è ottimo sia come “drink” per accompagnare i tuoi pasti, sia per la prima colazione o come dessert, con eventuale aggiunta di marmellate, sciroppi, miele, frutta fresca…

SEMPLICE DA PREPARARE: forse nei filmati che avrete visto, Sara ha (“per esigenze televisive”, come si dice in questi casi) un pochino accelerato le attività di preparazione (bisogna mescolare gli ingredienti con la massima cura, soprattutto le miscele con la frutta fino al completo scioglimento) ; i passi sono, come avrete notato, molto semplici e, aggiungiamo, persino rilassanti! La preparazione “attiva” dello yogurt richiede al massimo qualche minuto di tempo, molti meno di una visita al supermercato.

ECONOMICO: facendo i conti, vi accorgerete che il costo di un litro di yogurt fatto in casa con i preparati Y è molto (molto!) inferiore ai prodotti industriali di prima fascia (che sono poi gli unici con i quali, anche se a malincuore, accettiamo i paragoni).

ECOLOGICO: scompaiono quei chilometri (spesso centinaia o migliaia) che lo yogurt industriale fa per arrivare sulla tua tavola; scompaiono quei chili di plastica e altro imballaggio – il tutto grazie alla piccola e umile bustina (“stick” nel gergo) dei fermenti “Y”.

E sopratutto TUO! last but not least, e scherzi a parte, il grande pregio del progetto “Y” è che ti aiuta a creare uno yogurt su misura, e a tua immagine. Sei tu a scegliere la yogurtiera (con i vasetti oppure con la caraffa), il latte (bio o normale; di vacca, soia, o capra; con o senza lattosio; intero, parzialmente scremato o scremato…), la forma di yogurt (cremoso o compatto), il gusto (più o meno acido, con zucchero, dolcificanti o al “naturale”; con frutta fresca, marmellata “della nonna”, miele, sciroppi, muesli).

Ecco le indicazioni del produttore per ottenere un ottimo yogurt:

La tua scelta inizia dal tipo di latte che preferisci: fresco o a lunga conservazione (UHT); intero, parzialmente scremato o scremato; ‘normale’ o biologico; vaccino o di soia, capra, delattosato…. Comunque, per tutti vale la stessa procedura.

1. VERSA IL CONTENUTO DELLA BUSTINA IN MEZZO BICCHIERE DI LATTE (a temperatura ambiente) E MESCOLA FINO ALLO SCIOGLIMENTO DEL PREPARATO. Per la vaniglia e fragola ci vuole un po’ più di pazienza (ti puoi aiutare anche con un frustino).

 2. VERSA IL PREPARATO SCIOLTO NEL RESTO DEL LATTE E MESCOLA DELICATAMENTE PER UNA SUA REGOLARE DISTRIBUZIONE .
3. VERSA IL LATTE NELLA YOGURTIERA, E SEGUI LE PROCEDURE E LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE .
4. DOPO 8-10 ORE IL PRODOTTO E’ PRONTO: Ha la viscosità di un “budino” – è il cosiddetto coagulo. Se vuoi uno yogurt compatto, riponilo tale e quale nel frigo.

Se, invece, ne desideri uno cremoso, il prodotto va ‘lisciato’: con un colino o, semplicemente, con una forchetta anche appena prima di consumarlo. Più lo “lisci”, più lo yogurt sarà “da bere”.

SI CONSIGLIA DI CONSUMARE LO Y YOGURT FATTO IN CASA DOPO UN RAFFREDDAMENTO DI ALCUNE ORE, ANCORA MEGLIO DOPO UNA NOTTE NEL FRIGO.

B – Per il latte fresco pastorizzato sono necessarie alcune semplici operazioni di preparazione:

a) PORTA IL LATTE AD EBOLIZZIONE  (mescolando di tanto in tanto per evitare la formazione della pellicola sulla superficie) e

b) RAFFREDDALO FINO ALLA TEMPERATURA NON SUPERIORE AI  45° (controllando con un termometro, altrimenti fai passare circa 60 minuti dall’ebollizione, per essere certa che il latte non sia troppo caldo).

C) SEGUI LA PROCEDURA INDICATA AL PUNTO A (cioè per il latte UHT). Tutto il processo sarà più veloce per la temperatura di partenza più alta di quella ambientale.

Alcune accorgimenti:

1. Ricordatevi di TENERE LE BUSTINE IN FRIGO!

2. Per le prime volte, l’azienda suggerisce di preparare il tuo yogurt casalingo con un latte UHT, per conoscere gradualmente la filosofia del prodotto. Il latte UHT è più standardizzato e regolare rispetto a quello fresco.

3. Raccomandano la massima igiene per la yogurtiera e le attrezzature utilizzate per la creazione dello yogurt in casa.

4. Non aprire la yogurtiera durante la fermentazione ed evitare di esporla a vibrazioni.

5. La consistenza e il gusto dello yogurt dipendono dal latte e dal tempo di fermentazione: lo yogurt con il latte intero è più “corposo”, e raggiunge la viscosità desiderata più velocemente rispetto allo yogurt di latte parzialmente scremato; più lunga è la fermentazione, più acido e denso sarà il tuo yogurt.

Lo yogurt fatto con il latte UHT sarà buonissimo per almeno 10 giorni se conservato in modo adeguato; quello con il latte fresco dovrebbe essere consumato entro 4-5 giorni dalla produzione.

Ed ora passiamo alle notizie pratiche:

DOVE TROVARLO?

Può essere ordinato presso il  negozio online 
o negli Y point
se siete di Milano o dintorni potete acquistare Y presso W concept store di Via Washington 51
per chi è di Bolzano lo trova presso CityFitness di Via dei Vanga 77
quelli di Sesto e di Val Pusteria lo troveranno presso l’albergo Lanterna Verde.

Troverete tante altre informazioni sul loro sito

http://www.yogolife.it/

e per restare sempre informati visitate la loro pagina facebook

https://www.facebook.com/yogolife

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *