Pizza alla nutella (con lievito madre)

Dopo aver partecipato all’evento Pasta madre con il gruppo di Giallo Zafferano, non potevo perdermi quello per fare la pizza, ecco così pronta la pizza alla nutella con il lievito madre.

Risultato una pizza, davvero leggera, digeribile e… buona!

E per questo devo ringraziare le blogger  Filomena PatitucciAntonella Caradonna e Nunzia Bellomo, che hanno fornito la ricetta e le spiegazioni.

pizza con nutella

La ricetta è la stessa con cui si fa la pizza margherita o quella farcita, quindi, potrete utilizzare tranquillamente parte dell’impasto, per preparare la cena e utilizzarne una parte per il dolce, o prepararla tutta, per una fantastica merenda!

Ingredienti:

Lievitino o Poolish*

120 gr di farina manitoba

160 gr di acqua

120 di pasta madre rinfrescata

*Nella panificazione il poolish o biga liquida è un preimpasto ottenuto miscelando acqua, farina e lievito in proporzioni tali che esso risulti molto liquido.

Impasto:

500 g di farina “0″  (io ho utilizzato 400 g di farina + 100 g di semola)

200/210 di acqua

15 gr di sale

1 cucchiaino di malto o miele

1 cucchiaio di olio (facoltativo)

Farcitura:

1 bicchiere di nutella o altra crema alla nocciola spalmabile

Preparazione:

La sera prima preparate il poolish. Sciogliete la pasta madre con l’acqua tiepida aiutandovi con una forchetta, fino a quando diventa liquida.

Aggiungete la farina un pò per volta, sempre mescolando, fino a quando l’impasto non diventa omogeneo ma sempre molle. Coprite, e lasciate lievitare tutta la notte a temperatura ambiente.

La mattina dopo, riprendete l’impasto e aggiungete il malto, l’acqua tiepida, la farina la semola (se la utilizzate), il sale e continuate a lavorare fino a quando l’impasto sarà omogeneo.

Formate una palla copritela con un canovaccio e lasciate lievitare per 2 ore, poi riprendete l’impasto, lo sgonfiate un pò e formate un rettangolo, fate finta di dividerlo in tre parti uguali quindi mettete la parte laterale verso il centro, sovrapponiamo anche l’altra parte, quella opposta, e pieghiamo su se stesso ( piegare l’impasto a libro).

Fate lievitare un altra ora.

Riprendete l’impasto e procedete con la spezzatura, formate 4/5 pezzi, formate delle palline e adagiatele in una pirofila in vetro spolverata con farina e copritele con pellicola mettetele in frigorifero e lasciatele lì fino a 2/3 ore, prima di utilizzarla (può starci anche per qualche giorno).

E’ importante che l’impasto una volta fuori dal frigo raggiunga una temperatura ambiente, altrimenti non lieviterà mai. Tenetele coperte con un folglio di plastica trasparente in modo che non facciano la crosta, questo e’ importante per evitare che si formino dei grumi di pasta che renderanno difficile la stesura della pizza più avanti.

Chi ha un forno a legna è fortunato, ma se non l’avete, potrete preparare lo stesso una pizza come quella della pizzeria, con dei piccoli accorgimenti.

Il segreto stà nell’usare la temperatura massima, e cuocere la pizza nel minor tempo possibile. Accendete dunque le resistenze e fate riscaldare bene il forno e la teglia.

Stendete uniformemente la pasta con le mani, fino a formare dei dischi sottili, spolverando di farina la pasta sopra e sotto in modo che scivoli sulla superficie di lavoro e non si attacchi.

Infornatela e fatela cuocere. Sfornatela e spalmatela di nutella, servitela ancora calda!

Se decidete di utilizzarne una parte per preparare altri tipi di pizze, ricordate di farcirle prima di infornale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. Chicca says:

    Che meraviglia questa pizza!! poi con lievita naturale mmm

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *