Pandoro

Vi ho già postato due ricette per preparare il panettone, ma non avevo ancora preparato il pandoro e visto che siamo vicinissimi ormai a Natale, ecco anche la ricetta per prepararlo.

pandoro

Per questa ricetta ringrazio Ilaria Frega, per la ricetta e per i tanti consigli, se volte vedere la sua ricetta, la trovate cliccando qui.

Per preparare il pandoro, dovrete procurarvi lo stampo per pandoro a stella e un po di pazienza. Vediamo ora come preparare in casa un pandoro senza sfogliatura.

Biga:

65 g farina Manitoba

33 g acqua tiepida

16 g lievito di birra fresco (o 5 g di lievito di birra secco)

Per prima cosa preparate la biga: sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida e aggiungete metà della farina. Lavorate continuando ad aggiungere la farina piano piano, fino ad incorporarla tutta.

Fate una pallina e mettetela a lievitare in una ciotola infarinata coperta con pellicola nel forno chiuso con la luce accesa per 1 ora e 30 minuti (deve stare al caldo).

Primo impasto:

biga

140 g farina Manitoba

30 g zucchero

65 g di uova intere (corrisponde a 1 uovo intero GRANDE )

Trascorso questo tempo, prendete la biga e aggiungete lo zucchero, la farina, le uova e lavorate per 10 minuti (sia a mano che con la planetaria non aggiungete altra farina). Fate una pallina e mettetela a lievitare in una ciotola infarinata coperta con pellicola nel forno chiuso con la luce accesa per 2 ore.

Secondo impasto

270 g farina Manitoba

130 g zucchero

14 g miele

185 g burro a temperatura ambiente

160 g uova intere (circa 3 uova grandi)

1 tuorlo di 28 g (un uovo grande)

semi di una bacca di vaniglia

buccia di 1 limone grattugiato

poca farina per la spianatoia

burro per lo stampo q.b.

Passate ora a preparare il secondo impasto: in una ciotola mettete il primo impasto, zucchero, la farina, il miele, la vaniglia, la buccia di limone e il tuorlo e impastate.

Lavorate per 10-15 minuti, aggiungendo piano piano le uova intere (a mano o con la planetaria, anche se con la planetaria il lavoro è molto facilitato). Fermate ogni tanto la planetaria per pulire i lati con un leccapentole.

Aggiungete anche il burro a pezzetti piccoli, piano piano, finchè non si sarà assorbito tutto.

La planetaria dovrà lavorare fino a incordatura (circa 20/30 minuti).

Imburrate bene lo stampo.

Rovesciate l’impasto su una spianatoia infarinata (non ti preoccupare se ti sembra un po appiccicoso, migliora con le pieghe) e fate delle pieghe come in questo video: https://www.youtube.com/watch?v=1yrFi0pFMkA per 4 volte.

Mettete nello stampo (con la parte liscia e bella rivolta verso il basso), copritelo con una pellicola e lasciatelo a lievitare finchè non raggiungerà il bordo superiore,  nel forno chiuso con la luce accesa per 3 ore (ma controllate, potrebbe volerci meno o di più).

A lievitazione avvenuta tiratelo fuori dal forno, facendo attenzione a non dargli scossoni per non compromettere la lievitazione e farlo sgonfiare.

Accendete il forno a 150° e preriscaldalo. Cuocete il pandoro a 150°C forno statico per 40 minuti: dopo 15 minuti, se è necessario, coprite la superficie con un foglio di alluminio.

Quando sarà cotto, tira fuori dal forno e lascialo raffreddare completamente, lasciandolo nello stampo. Quando sarà freddo, sformalo e cospargetelo di zucchero a velo.

Ciao e buon lavoro!

pandoro 2

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *